Parlare di Guizzardi rievoca immediatamente lo storico locale di Piumazzo, Freccia bar. Come ci racconta Mirco infatti “La mia famiglia ha un locale dal 1981, che attualmente gestiamo. Questo mestiere è semplicemente la cosa migliore che sono in grado di fare e sono sempre stato dietro un banco da bar: non c’è stato un preciso momento in cui mi sono detto “voglio essere un barman”, è stato tutto molto semplice.”.

Mirco unisce in sé le doti del grande barman, con una conoscenza perfetta di tutti gli aspetti della professione, e la grande ironia tipica della nostra Emilia.

Si forma alla Scuola Alberghiera e di Ristorazione di Serramazzoni, quindi prosegue specializzandosi con diversi corsi, quali la Drink Factory di Bologna con Federico Mastellari.

Oltre a gestire il Freccia Bar, è Brand Ambassador di Toschi Vignola. Della sua carriera professionale fanno parte esperienze all’estero come  Locanda Locatelli a Londra e Miami, con Robert Burr organizzatore del Miami Rhum Festival.

“Credo che la formazione  sia un buon 50% del bagaglio personale del barman: noto che molti barman hanno studiato tutt’altro, poi per i casi della vita (nella maggior parte per arrotondare) sono finiti dietro un banco subendo il fascino del mestire, e da li a frequentare i primi corsi di barman il passo è breve.”